Come disattivare il rilevamento della posizione

La maggior parte dei siti Web visitati tenta deliberatamente di apprendere il più possibile su di te. Nella misura in cui ciò potrebbe essere in linea con la garanzia di vivere un’esperienza su misura sul proprio sito, alcuni utenti trovano invasivo raccogliere informazioni su di loro anche senza la loro autorizzazione. Il tipo di informazioni raccolte consiste principalmente in ciò che il tuo indirizzo IP e posizione possono rivelare. Il tuo indirizzo IP contiene dettagli come la tua posizione attuale, a volte la tua identità o persino il nome del tuo ISP. Con questo tipo di informazioni rese disponibili per i siti che visiti, alcuni potrebbero utilizzarle per limitare l’accesso in quanto potrebbero essere geo-restrittive.

Come disattivare il rilevamento della posizione

Come disattivare il rilevamento della posizione

Tracciamento della posizione online – Un’introduzione

I siti Web geo-restrittivi preferiscono che la maggior parte del loro traffico provenga da visitatori locali. Ciò potrebbe essere dovuto al fatto che il sito è stato scritto nella loro lingua locale o anche perché non dispongono del budget per la larghezza di banda aggiuntiva richiesta per accogliere i visitatori stranieri. Un’altra possibilità potrebbe essere che il sito sia disponibile in una vasta gamma di diverse versioni regionali (come Netflix per esempio), quindi questo ti costringe a rispettare la versione designata per gli utenti nella tua località. Questo potrebbe essere un grosso inconveniente per i viaggiatori o gli espatriati perché potrebbero voler tenere il passo con le notizie dal loro luogo di origine o persino essere intrattenuti da siti e canali a cui avrebbero accesso se fossero tornati a casa.

In altri casi, le app e il sito Web tengono semplicemente traccia della posizione dell’utente per pubblicare annunci mirati. Il banner pubblicitario che vedi negli Stati Uniti, ad esempio, potrebbe non essere uguale agli stessi visitatori di un determinato sito che vedono in Germania. App come Google Maps utilizzano il servizio di localizzazione per individuare la tua posizione e offrirti il ​​percorso migliore per la tua prossima destinazione. Indipendentemente da ciò, il monitoraggio dei tuoi movimenti può compromettere seriamente la tua privacy online.


In ogni caso, ci sono due modi in cui puoi usare per aggirare i blocchi geo-restrittivi che sono stati messi in atto per tracciare la tua posizione e bloccarti: Disattivazione dei servizi di localizzazione e utilizzo di una VPN.

Come disattivare i servizi di localizzazione su Android

Nel caso in cui si utilizzi uno smartphone o un tablet Android, è possibile disabilitare facilmente il rilevamento della posizione seguendo questi passaggi:

  1. Sul tuo dispositivo Android, vai su “Impostazioni”.
  2. Ora vai su “Sicurezza & Privacy’.
  3. Da qui, seleziona “Accesso alla posizione”. A seconda della marca del dispositivo Android che stai utilizzando, y
  4. Disattiva “Accedi alla mia posizione”.
  5. Nessuna delle tue app Android sarà più in grado di tracciare la tua posizione.

Come disabilitare i servizi di localizzazione su iPhone o iPad

Se ti capita di utilizzare un dispositivo mobile basato su iOS, puoi impedire alle applicazioni che stai utilizzando di tenere traccia della tua posizione seguendo queste procedure:

  1. Per prima cosa, entra impostazioni.
  2. Ora vai a “Privacy”.
  3. Selezionare “Servizi di localizzazione”.
  4. Da qui, puoi disattivare i servizi di localizzazione per app.

Come disabilitare i servizi di localizzazione su PC o telefono Windows

Puoi disattivare i servizi di localizzazione sul tuo dispositivo Windows 10 implementando questi passaggi:

  1. Vai a impostazioni > vita privata > Posizione.
  2. Ora fai clic su Modificare.
  3. Infine, gira Posizione spento nella casella che appare.

Come disattivare i servizi di localizzazione su Mac

Seguire questi passaggi per abilitare i servizi di localizzazione in OSX:

  1. Scegli Preferenze di Sistema dal menu Apple.
  2. Fai clic su Sicurezza & Icona della privacy nella finestra Preferenze di Sistema.
  3. Fai clic sulla scheda Privacy.
  4. Se l’icona del lucchetto in basso a sinistra è bloccata, fai clic su di essa e inserisci un nome amministratore e una password per sbloccarla.
  5. Seleziona i servizi di localizzazione.
  6. Seleziona la casella di controllo “Abilita servizi di localizzazione”.

Come evitare il tracciamento della posizione con VPN

Anche dopo aver seguito tutti i passaggi che ho elencato sopra, i siti Web e le app possono comunque monitorare la tua posizione rilevando il tuo indirizzo IP anziché i servizi di localizzazione come il GPS. Google presumibilmente tiene traccia degli utenti anche dopo aver disattivato i servizi di localizzazione sui loro dispositivi Android. L’uso di una rete privata virtuale ti aiuta a evitare che la tua posizione venga tracciata perché ti consente di connetterti a un server remoto. In questo modo il tuo indirizzo IP effettivo viene modificato in uno fornito dal tuo servizio VPN, a seconda del server remoto a cui ti stai connettendo. Fatto ciò, sarai quindi in grado di evitare qualsiasi forma di tracciamento della posizione sia da siti con restrizioni geografiche sia da quelli che vorrebbero raccogliere qualsiasi nuova informazione sulla tua navigazione.

Per assicurarti di avere il controllo completo della tua privacy online, la tua VPN crittografa anche il tuo traffico in modo che nessuno sia in grado di scoprire cosa stai facendo su Internet. Ciò ti consente di proteggere la tua navigazione da qualsiasi forma di attacchi informatici o minacce che possono esistere online. La privacy e l’anonimato sono anche garantiti per quei momenti in cui si stanno facendo cose sensibili come l’online banking o lo shopping. Con un abbonamento VPN in mano, avrai una protezione adeguata mentre inserisci i dati della tua carta di credito o le password del conto bancario per effettuare una transazione.

L’uso di una VPN ti aiuta anche a bypassare molte delle restrizioni che il tuo ISP potrebbe aver messo in atto. È noto che gli ISP provano a gestire il tuo utilizzo di Internet attraverso la limitazione o addirittura il blocco completo dell’accesso a determinati siti Web. Come abbonato alla VPN, avrai i tuoi dati completamente nascosti dal tuo ISP e senza che abbiano idea di quali siti o canali stai visitando, non sapranno come limitare la tua connessione. 

Le migliori VPN per evitare il tracciamento della posizione

Per assicurarti di iniziare su una buona base nella ricerca di un servizio VPN credibile, abbiamo una serie di servizi che potresti voler prendere in considerazione. Questi sono tutti servizi che hanno già un grande seguito, nel senso che hanno già la piena fiducia del pubblico. Dai un’occhiata ad alcuni di loro qui sotto:

1. ExpressVPN

ExpressVPN è un fornitore che lavora sodo e dimostra impegno nel garantire agli utenti il ​​meglio in termini di protezione online. Con sede nelle Isole Vergini britanniche, il servizio mantiene una rigorosa politica di zero logging e ha circa 2000 server che garantiscono che i suoi dipendenti siano in grado di accedere a tutti i siti e canali che desiderano. Il provider offre la crittografia AES a 256 bit ai suoi utenti e consente fino a 3 connessioni simultanee. Gli abbonati possono anche scegliere tra OpenVPN, L2TP e PPTP come protocollo VPN preferito.

ExpressVPN è anche un provider molto versatile poiché consente ai suoi clienti di fare il torrent sulla loro rete e di cambiare i server a cui sono connessi tutte le volte che vogliono. Non ci sono limiti alla larghezza di banda che forniscono ai loro utenti. ExpressVPN offre anche una gamma di server invisibili che possono proteggere gli utenti dall’essere rilevati se utilizzano il servizio in Paesi che vietano l’uso della VPN. ExpressVPN ha anche uno dei migliori rappresentanti dell’assistenza clienti e può essere contattato tramite social media, e-mail o chat dal vivo. Per saperne di più su questo provider, dai un’occhiata alla nostra recensione ExpressVPN.

2. BulletVPN

BulletVPN fa anche parte di questo elenco come uno dei fornitori più affidabili sul mercato, nonostante sia relativamente nuovo nel settore. Il servizio ha sede in Estonia e ciò aggiunge molta credibilità alla sua politica di zero logging poiché l’Estonia è ben lontana dalla portata di qualsiasi tipo di autorità di regolamentazione dei dati. BulletVPN ha anche un elenco molto ampio di protocolli VPN supportati, con PPTP, L2TP / IPSec, IKEv1 e IKEv2 presenti sulle carte per chiunque desideri avere la propria sicurezza crittografata.

BulletVPN offre agli abbonati una sicurezza a tenuta stagna grazie alla crittografia AES a 256 bit, che garantisce che i cittadini possano nascondere la propria posizione ed evitare completamente di essere rintracciati. La compatibilità è anche assicurata poiché il servizio ha un’app VPN che può essere eseguita su varie piattaforme come iOS, Android, Windows e Linux. La facilità d’uso è anche al centro della sua app VPN poiché tutto è così facilmente accessibile e non è difficile navigare. Questo è qualcosa che apprezzerai soprattutto se non hai mai usato una VPN prima. Per saperne di più su ciò che il servizio ha da offrire, prenditi del tempo e passa attraverso la nostra recensione BulletVPN.

3. NordVPN

NordVPN è l’ultimo fornitore che vorremmo raccomandare come uno dei migliori per evitare il tracciamento della posizione. Il servizio ha sede a Panama e ha quasi 4000 server all’interno della sua rete. NordVPN è orgoglioso di offrire funzionalità che probabilmente non otterresti da altri fornitori, e questo è principalmente dovuto alla sua vasta rete di server. NordVPN ha una funzione molto speciale che aumenta la tua sicurezza online e questa è la sua capacità di raddoppiare il normale livello di sicurezza. La crittografia AES a 256 bit fornita dal servizio viene raddoppiata poiché il servizio instrada i dati dell’utente attraverso due server anziché uno.

Il servizio ti consente anche di integrare la sua protezione con Tor, in modo da massimizzare la tua sicurezza e consentire a un massimo di 6 dispositivi di connettersi ad esso contemporaneamente con un’unica connessione. NordVPN offre anche PPTP, L2TP / IPSec e OpenVPN come protocolli VPN tra cui scegliere, e viene inoltre fornito con un interruttore di interruzione Internet che interrompe la connessione Internet ogni volta che il client VPN viene compromesso. NordVPN ha anche una gamma di server, ognuno adatto per attività come torrenting, streaming HD e download di file di grandi dimensioni. Abbiamo anche fatto una recensione NordVPN che dovresti esaminare se ritieni che NordVPN possa essere la soluzione migliore per le tue esigenze di sicurezza online.

Come falsificare la tua posizione online con l’aiuto della VPN?

Se desideri davvero mantenere la tua posizione nascosta dai vari servizi online che usi quotidianamente. Devi mascherare il tuo indirizzo IP pubblico. Il modo migliore per farlo è utilizzare una VPN. Ecco come puoi mascherare la tua posizione con l’aiuto di una VPN:

  1. Prima di tutto, registrati con una delle VPN che abbiamo raccomandato sopra.
  2. Quindi, scarica l’app VPN sul tuo PC, Mac, Android, iPhone o iPad.
  3. Quindi, avvia l’app VPN e accedi ad essa utilizzando il tuo account VPN.
  4. Infine, connettiti a uno dei molti server VPN disponibili tramite l’applicazione VPN.
  5. Il tuo indirizzo IP, e successivamente la tua posizione online, varierà a seconda della posizione del server VPN a cui scegli di connetterti.

Evitare di essere rintracciati online: concludere

I tre servizi che abbiamo elencato sopra hanno tutti la gamma di indirizzi IP che potresti utilizzare per evitare di rintracciare la tua posizione. In caso di domande o commenti in merito a questa recensione, non esitare a lasciarli nella sezione seguente e saremo lieti di rispondere.  

Kim Martin
Kim Martin Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me