Come condividere la tua connessione VPN

L’utilizzo di un servizio VPN ti consente di mettere la tua sicurezza in atto per tutti coloro che sperano di infiltrarsi nella connessione o ottenere una sospensione delle tue informazioni personali. Una volta che hai configurato la tua connessione VPN, diventa molto difficile per chiunque hackerare il tuo dispositivo. Al giorno d’oggi è persino più importante perché sempre più persone preferiscono utilizzare più di un dispositivo, aumentando così le possibili strade per l’attacco. Se si utilizza costantemente il servizio di streaming di laptop, telefono cellulare, tablet o TV, è importante configurare la connessione VPN in modo tale che tutti i dispositivi possano trarre vantaggio da tale provider e che sia possibile impedire qualsiasi modulo di essere violato. Per fare ciò è necessario prima identificare un provider VPN che consenta un determinato numero di connessioni simultanee. Non ci sono tanti servizi che consentono più di 4 di tali connessioni, quindi a volte potresti dover ricorrere ad altri metodi per condividere la tua connessione VPN. In questa recensione, daremo uno sguardo ad alcuni dei metodi che potresti prendere in considerazione.  


Come condividere la tua connessione VPN

Come condividere la tua connessione VPN

Condivisione della connessione VPN

Esistono molte opzioni che puoi utilizzare per condividere la tua connessione VPN con altri dispositivi.

1. Provider VPN che consentono molte connessioni simultanee

Se forse possiedi meno di 5 dispositivi, un provider VPN che offre la scelta di avere fino a 5 connessioni configurate dovrebbe essere più che sufficiente per soddisfare tutte le tue esigenze. Tutto quello che dovresti fare è condurre un po ‘di ricerca per stabilire quale provider ti consentirà di connettere più di un dispositivo senza compromettere la qualità della tua connessione. Fare questo implica passare attraverso il sito Web di una VPN e leggere attentamente il loro elenco di funzionalità. Nel caso in cui parlassero di supporto per connessioni simultanee (o accessi multipli) ma non menzionassero nulla riguardo a quante connessioni possono accadere, potresti andare avanti e contattare il loro servizio clienti e chiedere.

Per aiutarti con la tua ricerca, siamo anche andati avanti e abbiamo identificato una serie di servizi VPN che consentono a 3 o più dispositivi di condividere un abbonamento VPN contemporaneamente:

ExpressVPN

Sebbene ExpressVPN consenta solo 5 connessioni VPN simultanee, le stiamo posizionando come la nostra scelta numero uno. Ciò è dovuto principalmente al fatto che offrono proxy Smart DNS. Sebbene questi proxy non crittografino il tuo traffico o nascondano il tuo indirizzo IP, puoi usarli per sbloccare tutti i principali canali di streaming di tutto il mondo. Lo Smart DNS può essere configurato direttamente su PS3, PS4, Xbox, Apple TV e altri dispositivi che non supportano nativamente VPN. Quindi, se si sta aggirando i geoblocchi è quello che stai cercando, ExpressVPN è la strada da percorrere.

IPVanish

IPVanish si è dimostrato un fornitore in grado di garantire che i dati degli utenti siano mantenuti sicuri e protetti, e ha anche assicurato che tutti abbiano accesso ai suoi oltre 1000 server sparsi in oltre 70 paesi in tutto il mondo. Hanno la capacità di supportare fino a 5 dispositivi che si collegano tutti in una volta, a un prezzo molto più economico rispetto alla necessità di aprire più account con un altro provider. Puoi dare un’occhiata a una recensione più dettagliata di IPVanish Qui.

NordVPN

NordVPN è un altro fornitore di alto livello che non scende a compromessi con l’obbligo di fornire un servizio che garantisca che tutte le esigenze di sicurezza online siano ben gestite. Con funzionalità come la doppia VPN e fino a 5 connessioni simultanee, tutte offerte al prezzo di circa $ 3 al mese per un abbonamento di 2 anni, questo li rende uno dei pochi provider che offrono il miglior rapporto qualità-prezzo. Abbiamo una revisione più dettagliata del loro servizio Qui.

CyberGhost VPN

Il nostro quarto suggerimento è un servizio rumeno, che è una rete in crescita di oltre 600 server, tutti sparsi in oltre 30 paesi. Consentono fino a 5 connessioni simultanee, ma è solo dopo che ti sei imbattuto nel loro piano premium, che costa circa $ 10,95 al mese. Per testare il servizio, sarai comunque in grado di aggiungere un’altra connessione durante il periodo di prova. Ecco una revisione più dettagliata del loro servizio.

2. Condivisione della VPN tramite il router

Nel caso in cui sei già abbonato a un provider VPN che non offre tante opzioni per aumentare le tue connessioni, la prossima cosa migliore da fare sarebbe configurare la VPN sul tuo router Wi-Fi. La logica qui è che il tuo router apparirà come un dispositivo dal punto di vista del tuo provider, il che significa che sarai in grado di condividere questa connessione con il maggior numero possibile di dispositivi. Per quanto notevole possa sembrare questa alternativa, arriva anche con la sua giusta percentuale di svantaggi.

L’impostazione della VPN sul router richiede un po ‘più di conoscenza tecnica, poiché la maggior parte dei router rende difficile manomettere le impostazioni di fabbrica. L’uso della VPN è noto per ridurre leggermente la velocità della tua connessione Internet, quindi è probabile che tu rimanga a bassa velocità una volta configurata sul router in quanto non esiste un modo semplice per accenderla o spegnerla. Per rendere il tuo router più compatibile con la configurazione VPN su di esso, potresti prendere in considerazione l’idea di eseguirne il flashing (sostituendo il suo firmware con un altro che supporti VPN). Due di questi tipi di firmware sono DD-WRT e Tomato.

Per aggirare il problema della tua VPN sempre attiva, una cosa che potresti fare è configurare due router. Uno funzionerebbe come il tuo normale router e l’altro è quello su cui hai impostato la tua connessione VPN. In questo modo, sarai in grado di connetterti a quello principale ogni volta che non desideri utilizzare la VPN.

3. Condivisione della VPN dal tuo computer

Puoi anche sfruttare le impostazioni disponibili in Windows o Mac per condividere la tua connessione VPN con altri dispositivi che eseguono piattaforme simili. Le impostazioni per entrambi i sistemi sono diverse, ma abbiamo i passaggi generali che dovresti seguire per farlo su entrambi.

Condivisione della connessione VPN su Windows

La condivisione della connessione VPN su Windows implica la configurazione di un router virtuale con un SSID e una password selezionati tramite il prompt dei comandi. Dovrai prima vedere se Windows ha i driver richiesti per farlo e, in tal caso, dovrai procedere con la condivisione del router virtuale. Ciò comporta i seguenti passaggi:

  1. Vai al “Centro connessioni di rete e condivisione”,
  2. Quindi “Modifica impostazioni adattatore”,
  3. Quindi fai clic con il pulsante destro del mouse sul router virtuale appena creato per aprire la scheda “Proprietà”.
  4. Sotto “Condivisione”, dovresti essere in grado di visualizzare le caselle di controllo che indicano “Consenti ad altri utenti della rete di connettersi tramite la connessione Internet di questo computer” e anche “Consenti ad altri utenti della rete di controllare o disabilitare la connessione Internet condivisa”.
  5. Tieni presente che dovrai utilizzare il prompt dei comandi per attivare o disattivare la connessione ogni volta che avvii il computer.

Condivisione della connessione VPN su un Mac

Esistono un paio di condizioni preliminari che devono essere presenti se si utilizza il Mac per condividere una connessione VPN. Innanzitutto, il servizio deve utilizzare il protocollo PPTP o L2TP-iPSec e, in secondo luogo, devi essere connesso a Internet tramite un cavo Ethernet. Se entrambe le condizioni sono soddisfatte, puoi andare avanti e iniziare assegnando un nome alla tua connessione VPN come “My PPTP VPN”.

Stabilisci una connessione dal tuo Mac a questo servizio, quindi apri preferenza di sistema menu e fare clic su condivisione. Vedrai un pannello che dice “Condividi la tua connessione da”, seguito dal nome che hai scelto per la tua VPN. Dovrai anche specificare come verrà condivisa la connessione, e questo può essere fatto nel pannello “Ai computer che usano”, dove dovresti selezionare “Wi-Fi”.

Verrà quindi visualizzata una finestra per le “Opzioni Wi-Fi”, in cui è necessario fornire un nome di rete per la connessione VPN condivisa. Scegli l’opzione predefinita per “Canale” e seleziona “WPA2 Personal” per “Sicurezza”. Ti verrà quindi richiesto di fornire una password per la tua connessione condivisa. L’avvio della condivisione VPN richiede di andare a Preferenza di sistema > Condivisione e fai clic su “Condivisione Internet” che dovrebbe essere sul pannello di sinistra. Fare clic su “Avvia” per confermare.

4. Utilizzo del cellulare come hotspot 

Naturalmente, puoi condividere la connessione Internet 3G / 4G del tuo smartphone anche con altri dispositivi. Puoi connetterti a un server VPN sul tuo Android o iPhone e quindi configurare l’Hotspot per condividere la sua connessione VPN con altri dispositivi. Il principale svantaggio qui è che la connessione a Internet mobile di solito è piuttosto costosa e quindi non vorrai utilizzarla per scaricare o trasmettere contenuti online.

Conclusione su come condividere la connessione VPN

I quattro metodi che abbiamo specificato per condividere la tua connessione VPN dovrebbero essere abbastanza semplici da poterti applicare da solo, senza la necessità di assistenza tecnica. Se rimani bloccato, saremo felici di esserti di aiuto. Pubblica la tua domanda o commento nella sezione sottostante e ti risponderemo al più presto.

Kim Martin Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector