È necessario attivare o disattivare la condivisione della posizione?

La quantità di dati personali che stiamo semplicemente divulgando senza pensarci due volte ha raggiunto livelli significativi. Non solo condividiamo volentieri il nostro nome, l’età, i numeri di telefono e gli indirizzi email, ma stiamo anche permettendo alle app di tracciare ogni nostro spostamento. Il GPS è uno degli sviluppi software più importanti che abbiamo oggi. Dal tuo PC di casa al tuo smartphone ad altri dispositivi interconnessi, sei sempre sul radar. Sebbene sia una cosa molto utile, può anche essere sconcertante. Con la pura invasività della tecnologia, ogni utente deve sapere di avere il potere sui propri dispositivi. Dovresti impedire al tuo dispositivo di rintracciarti ogni volta che ritieni giusto. Ecco alcuni errori che potresti ancora commettere con la condivisione della posizione.

È necessario attivare o disattivare la condivisione della posizione?

È necessario attivare o disattivare la condivisione della posizione?

Permettere la mappatura dei social media

Inizialmente, i social media erano un mezzo per connettersi con amici che non si potevano incontrare normalmente. Tuttavia, ora applicazioni come Instagram e Snapchat utilizzano con fervore il rilevamento della posizione sui propri utenti. Nel 2017 è stata introdotta la Snap Map. Questa funzione consente agli utenti di tracciare i propri amici in tempo reale. Lo stesso vale per Instagram.

Questa funzione potrebbe essere utile se desideri che altri ti seguano ovunque tu vada. Tuttavia, per mantenere la tua privacy, dovresti considerare di attivare la modalità Ghost su Snap Map ed evitare di condividere foto in base alle posizioni.


“Trova i miei amici”

Questa funzione, disponibile su iOS e Android, consente agli utenti di trovare altri contatti telefonici che utilizzano questa funzione.

C’è un’altra app chiamata Family Locator che ha la stessa funzione ed è disponibile su entrambe le piattaforme. Anche se alcuni genitori potrebbero dire che gli piace l’idea di poter localizzare i propri figli, è comunque rischioso. Questo tipo di app dovrebbe essere evitato da chiunque cerchi di non essere trovato facilmente.

Uso eccessivo dei social media

Il GPS non è l’unica cosa di cui dovresti preoccuparti. Se usi troppo i social media, potresti compromettere la tua sicurezza. Tu e la tua famiglia andate in vacanza? Ho un importante giro d’affari in arrivo?

Non riversare queste cose sui social media anche se ritieni che il mondo non possa fare senza conoscerli. Ciò potrebbe potenzialmente prevenire crimini come irruzioni e furti solo per citarne due.

Pubblicazione di foto basata sulla posizione

Nel mondo di oggi, tenere aggiornati i tuoi amici sui tuoi viaggi è una cosa grandiosa. Tuttavia, questo rappresenta un rischio per te e per chiunque ti circonda. Ad esempio, caricare foto basate sulla posizione su Instagram può essere un grosso errore.

Potrebbero essere incanalati in un feed pubblico. Pertanto, il tuo profilo e le abitudini quotidiane saranno esposti a persone sconosciute. Ciò non significa che dovresti smettere del tutto di condividere le tue foto. Ma dovresti assolutamente riconsiderare la condivisione delle tue foto in base alla posizione.

Usando sempre i servizi di localizzazione

È diventata una norma per le app chiedere il rilevamento della posizione. Con una mappa attiva, l’utilizzo dei servizi di localizzazione su ogni app è a dir poco sciocco. Ti espone a rischi enormi e migliora anche la tracciabilità. Inoltre, i tuoi dati personali possono anche cadere nelle mani sbagliate. Se hai concesso l’accesso alla tua posizione ad app che non ne hanno davvero bisogno, dovresti revocarla.

Condivisione della posizione – I principali colpevoli

Ora, parliamo di alcune applicazioni molto comuni che fanno un palese uso improprio del tracciamento della posizione:

Google Alerts

Google è noto per l’utilizzo dello spazio e dei dati dei suoi utenti. Se hai un telefono Android, sei già compromesso in una certa misura. Puoi essere sicuro che i tuoi dati verranno utilizzati e venduti anche a scopo di lucro.

Ma ancora più preoccupante è l’app Cronologia delle posizioni di Google. Le tue coordinate GPS basate sulle reti Wi-Fi più vicine sono tutte registrate dall’app. Le persone possono persino indovinare le tue attività attuali in base alla tua posizione. Questa funzione è integrata con Google Maps, Google Foto e Google Assistant, quindi potresti voler leggere la stampa fine più attentamente la prossima volta.

Inseguitori di fitness

Strava, un’app di tracciamento del fitness, ha visto un po ‘di calore a causa delle sue tendenze di tracciamento. Pubblicarono le mappe di calore o i percorsi per correre o andare in bicicletta delle persone nell’esercito. Le mappe mostravano anche contorni precisi delle basi militari degli Stati Uniti in nazioni come la Siria e l’Iraq.

In alcuni casi, anche le posizioni del personale all’interno erano visibili insieme alla regolarità dell’uso di percorsi specifici. Tuttavia, la società ha sottolineato rapidamente che ciò non ha violato l’informativa sulla privacy poiché gli utenti non avevano selezionato un’opzione sulla privacy.

Trova la mia…

Qualsiasi app che ti consente di trovare oggetti utilizza la tua geolocalizzazione. Ad esempio, le cuffie Bose offrono una funzione “trova i miei amici” tramite l’app Connect. Ciò ti consente di scoprire la loro ultima posizione nota. Può sembrare a posto se hai l’abitudine di smarrire gli auricolari. Tuttavia, tieni presente che Bose è stato recentemente accusato di raccogliere dati sensibili sulle abitudini di ascolto degli utenti. Puoi davvero fidarti di queste app?

geotagging

Il geotagging è un vero problema per chiunque sia consapevole (come dovremmo essere tutti) della propria privacy. La maggior parte dei social media esegue automaticamente il geotag delle immagini. Un’altra idea terrificante è che le app iOS scattino automaticamente foto e video. Android è ugualmente colpevole qui. Sia che utilizzi Android o iOS, devi essere sicuro di essere a conoscenza dei dettagli che condividi con gli altri.

In cerca di amore

Praticamente ogni app di appuntamenti è impegnata nella raccolta di dati sulla posizione dei propri utenti. Questo è usato come mezzo per offrire più partite. Tuttavia, anche tra questi, Happn è stato definito il più inquietante. Con il pretesto della spontaneità, l’azienda è in grado di raccogliere informazioni vitali sulle tue abitudini e sui tuoi hobby.

Utilizzando le notifiche push, l’app cerca di aiutarti a metterti in contatto con le persone che hai appena visitato. All’inizio questo può sembrare eccitante, ma pensa al rischio per la sicurezza che devi affrontare. Chiunque utilizzi l’app che passa oltre può sapere tutto ciò che hai condiviso sul tuo profilo.

Condivisione della posizione attivata o disattivata? – Parola finale

Tutte le cose di cui abbiamo parlato qui rappresentano un grave rischio per la tua privacy. Tuttavia, risolvere questi problemi richiede solo pochi tocchi. Se un’app richiede più diritti di quanto dovrebbe (ad esempio, un semplice gioco che richiede i dettagli di contatto o di posizione), è meglio cercare altre app simili. Puoi persino falsificare la tua posizione! Per saperne di più qui.

Kim Martin
Kim Martin Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me