Taglia-cavi Spell Doom per TV via cavo

Negli ultimi anni, c’è una tendenza che sta rapidamente crescendo in tutto il mondo: il taglio del cavo. Si riferisce all’atto di rinunciare alla TV via cavo e di ottenere contenuti esclusivamente tramite servizi di streaming. Se ti trovi in ​​un Paese sviluppato o nel primo mondo, in cui Internet è gratuito e veloce, sei passato completamente ai servizi di streaming o ottieni la maggior parte del tuo intrattenimento tramite Netflix, Amazon Prime o altri servizi simili.


Taglia-cavi Spell Doom per TV via cavo

Taglia-cavi Spell Doom per TV via cavo

Non Così Appassionato di cavo

La TV via cavo non è mai stata popolare tra gli spettatori. Prezzi elevati, contratti a lungo termine, pubblicità senza fine, opzioni di visualizzazione limitate e scarsa qualità delle immagini erano spesso le principali aree di lamentela tra gli spettatori televisivi, ma poiché non c’erano alternative disponibili, tutti guardavano ancora la TV via cavo. 

Ma non più. Lo scenario è cambiato molto, con 14 milioni di famiglie che ora ricevono la loro dose giornaliera di contenuti dai servizi di streaming. Il numero di famiglie che continua a abbandonare la propria connessione TV via cavo per i servizi di streaming continua a crescere, segnando il destino dei canali TV.

Secondo un rapporto del Video Advertising Bureau, il numero di persone che si affidano ai servizi di streaming è triplicato dal 2013. Mentre il numero non è nulla di cui preoccuparsi in questo momento, il tasso di crescita del numero è sicuramente preoccupante. Bene, non per le aziende che forniscono streaming!

I servizi di streaming sono più economici, hanno una libreria di contenuti più diversificata e la possibilità di guardare i tuoi programmi preferiti ogni volta che lo desideri sono alcune delle funzionalità che la TV via cavo non ha mai offerto (e mai lo farà). Inutile dire che il contenuto dei servizi di streaming è molto più interessante di quello che viene generalmente mostrato in TV. Le persone vogliono guardare contenuti diversi e quando questo non è disponibile in TV, passano allo streaming.

Il numero di famiglie che ancora si abbonano alla TV via cavo è maggiore di quelle che trasmettono contenuti. Mentre è un segno positivo, le ragioni potrebbero essere una miriade. Potrebbe essere perché non hanno ancora accesso a Internet veloce o gratuito, come in molti paesi.

Le cose sono diverse per gli altri

A differenza degli Stati Uniti, molte nazioni non hanno ancora accesso a Internet così bene e non possono immaginare velocità 4G o 5G. Queste nazioni continuano a guardare la TV tradizionale perché è un’alternativa più economica e più semplice a Internet.

In altri casi, le persone possono attenersi alla TV via cavo perché include il loro servizio Internet domestico e i due, quando combinati, offrono un affare molto più economico. Diverse famiglie hanno ancora la TV via cavo, il telefono e le connessioni Internet come una sola e questo accordo combinato è troppo bello per rinunciare a qualcuno. Potrebbe anche essere che le famiglie che si abbonano sia alla TV via cavo che ai servizi di streaming stiano solo aspettando che la libreria dei contenuti diventi più grande e più interessante prima di abbandonare la connessione via cavo.

La tendenza al taglio del cavo prende il sopravvento

L’anno scorso, oltre un milione di famiglie ha abbandonato la TV via cavo e satellitare per i servizi di streaming in un arco di tre mesi. In una stima popolare dell’anno scorso, la TV via cavo e via satellite era prevista per la morte entro il 2030. E dato lo scenario attuale, non sembra improbabile. 

Uno dei più colpiti in questo caso è la pubblicità televisiva, le cui entrate diminuiranno significativamente nei prossimi anni. Poiché la visione della TV sta diminuendo, gli inserzionisti stanno anche passando a piattaforme digitali. Ciò peggiora la situazione della televisione via cavo e via satellite.

Inoltre, gestire un servizio di televisione via cavo o via satellite è più complicato e costoso dei servizi di streaming. Le società di TV via cavo riservano una parte della larghezza di banda per i canali televisivi, mentre i set-top box sono distribuiti ai proprietari di case, con i tecnici che devono collegare i cavi fisici a ogni televisore. Anche la televisione è meno avanzata dei media digitali.

Mentre le persone possono trasmettere contenuti 4K e HDR online, la televisione deve ancora offrire queste nuove tecnologie. Pertanto, le persone diventano più attratte dai media digitali, che sono anni luce avanti rispetto alla tradizionale pay TV.

What Next per la TV via cavo?

Ci sono molti altri motivi per cui la TV via cavo e via satellite potrebbe non sopravvivere a lungo termine. Oltre alla crescente base di utenti di servizi di streaming come Netflix e Hulu, la soddisfazione del cliente è anche un motivo per cui così tante persone non sono state soddisfatte della tradizionale pay TV.

Le grandi aziende come Comcast hanno il monopolio di Internet e del mercato della televisione via cavo e non hanno alcun riguardo per il servizio clienti. Indipendentemente dalla qualità del servizio, sanno che faranno soldi e quindi non si preoccupano dei clienti. Ci sono anche altri problemi come la pirateria e i download illegali, che stanno rendendo sempre più triste lo scenario della TV via cavo.

Quando le persone hanno così tanti modi per ottenere la loro dose giornaliera di intrattenimento, solo perché resteranno più con la pay TV?

Kim Martin
Kim Martin Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me