Verificate effettivamente le autorizzazioni prima di installare app Android?

Ogni volta che scarichi un’app per Android, devi concedere le autorizzazioni per l’app. Se sei come la maggior parte delle persone, fai clic su Consenti senza nemmeno leggere le autorizzazioni in modo che l’app possa essere installata. Il problema è che l’app ora ha accesso a tutti i dati e hardware sul tuo dispositivo Android. Principalmente le autorizzazioni saranno correlate alle prestazioni dell’app. Ad esempio, se installi un servizio ID chiamante, dovrà accedere ai tuoi contatti, SMS e altri messaggi.


Questi sono definiti come normali autorizzazioni. E poi ci sono altri tipi di autorizzazioni che possono minacciare la tua privacy. Per quanto cauto tu sia quello che scarichi dal Play Store, dovresti essere ben informato sulle autorizzazioni delle app per motivi di sicurezza del tuo dispositivo.

Come utilizzare le autorizzazioni delle app Android in modo intelligente

Come utilizzare le autorizzazioni delle app Android in modo intelligente

Cosa sono le “Autorizzazioni pericolose”?

Le autorizzazioni normali sono per scopi generici, il che significa che queste autorizzazioni sono ovvie. Se installi un’app Android, non è necessario spiegare che l’app può connettersi a Internet senza la tua autorizzazione. Questo è il caso di tutte le app installate. Queste sono le impostazioni di autorizzazione predefinite e non rappresentano un rischio per le tue informazioni personali e private.

Ma alcune app dannose esagerano nella richiesta di accedere a contatti, fotocamera, file, e-mail e dati personali. Queste autorizzazioni non sono in alcun modo correlate allo scopo principale dell’app installata. Queste sono le “autorizzazioni pericolose” di cui dovresti essere a conoscenza. Per i principianti, è sempre intelligente verificare se una determinata app è sicura da installare sul tuo dispositivo Android o meno.

Come utilizzare le autorizzazioni delle app Android in modo intelligente

Ad esempio, un dizionario inglese offline potrebbe richiedere l’accesso al microfono per la pronuncia, ma sicuramente non ha bisogno di conoscere la tua posizione. Quindi, come utilizzare le autorizzazioni delle app Android in modo intelligente e quali aspetti dovresti cercare?

1. Leggere le autorizzazioni prima di installare l’app

Sul Google Play Store, cerca l’app e, nelle informazioni dello sviluppatore, fai clic su “Dettagli autorizzazione” in basso e qui puoi trovare l’autorizzazione richiesta.

2. Utilizzare un antivirus

Per limitare autorizzazioni specifiche per determinate app, è possibile utilizzare il software antivirus installato sul dispositivo controllando le autorizzazioni sospette e imprecise. Pianifica una scansione tempestiva per filtrare le app pericolose.

Controlla le impostazioni di sistema

Per le app installate, controlla le autorizzazioni accedendo alle impostazioni e visitando le autorizzazioni dell’app. In alternativa, scopri quali app hanno accesso a una funzionalità specifica. Scopri le app che richiedono più autorizzazioni di quelle necessarie.

Ogni dispositivo Android ha privilegi speciali oltre alle autorizzazioni generali. Loro sono:

Privilegi di amministratore del dispositivo o diritti di amministratore

Queste sono le autorizzazioni a cui accedono il software antivirus o le app di sicurezza integrate sul dispositivo come le app antifurto che non possono essere disinstallate.

Eliminazione permanente di tutti i dati dal dispositivo e blocco di alcune app dopo un numero di tentativi falliti di apertura o modifica delle password: tutti questi sono diritti di amministratore. Le app dannose con dubbie richieste di autorizzazione possono corrompere i dati utilizzando i diritti di amministratore.

Privilegi di root o accesso root

Queste sono le impostazioni delle autorizzazioni più pericolose perché se un’app dannosa può accedere ai privilegi di root, quindi indipendentemente dalle autorizzazioni che hai limitato per l’app, i tuoi dati non sono al sicuro. Ma per fortuna, Android ha integrato la sicurezza per bloccare tali autorizzazioni.

Altre autorizzazioni pericolose Devi essere prudente

Un’app di social media per la condivisione di foto ha accesso alla fotocamera, quindi ha anche accesso alla galleria. Alcune funzionalità sono raggruppate insieme e l’accesso a una implica l’autorizzazione ad accedere a tutto all’interno di quel gruppo. Questo potrebbe significare cattive notizie in alcuni casi.

App per contatti, telefono e messaggi

Questi richiedono l’accesso a un numero di telefono, registro delle chiamate, inoltro di chiamata, messaggi vocali, contatti, SMS, messaggi push WAP, messaggi MMS, messaggi del fornitore di servizi e anche i dati di fatturazione. La maggior parte dei contatti sono anche sincronizzati con l’account Google o altri account e-mail.

Per quanto le app ti offrano comodità, se l’app installata è dannosa, può raccogliere i tuoi dati sensibili per spiare il telefono e le abitudini di messaggistica e usarli contro di te. Questi possono visualizzare annunci mirati sul tuo dispositivo o persino inviare e ricevere e-mail, messaggi, indirizzare i tuoi contatti con truffe ed effettuare chiamate telefoniche a tua insaputa. Abbonarsi a servizi a pagamento indesiderati, effettuare chiamate a fornitori di servizi premium può sparare le bollette sul tetto.

Fotocamera e microfono

Alcune app hanno accesso al microfono del tuo smartphone. Sono utili per la tua dizione se stai, per esempio, imparando una nuova lingua o creando un podcast, ecc. Le app di fotoritocco e le app della fotocamera hanno il permesso di scattare foto. Il lato più oscuro di questi è che possono usare queste autorizzazioni per effettuare registrazioni audio o video segrete di conversazioni personali.

Posizione

Per prenotare un taxi o per un’app di e-commerce, condividi la tua posizione. Le app possono tracciare dove ti trovi localizzando geograficamente le tue foto e abusando delle informazioni per reati.

Conservazione

La maggior parte delle app richiede l’autorizzazione per scaricare file in una directory. I documenti salvati e i file riservati sono a rischio se le app abbozzate ne prendono possesso.

App di calendario e fitness

Le app di monitoraggio dell’integrità utilizzano i sensori del corpo per spiare le tue condizioni di salute e il calendario può apportare modifiche ai tuoi programmi e agli orari delle riunioni facendoti perdere eventi cruciali.

Come attivare o disattivare le autorizzazioni delle app Android

Per modificare le autorizzazioni concesse a una determinata app, attenersi alla seguente procedura:

  1. Sul tuo dispositivo, apri il principale impostazioni App impostazioni.
  2. Rubinetto applicazioni o Gestore dell’applicazione (a seconda del dispositivo, questo potrebbe apparire diverso).
  3. Tocca l’app che desideri aggiornare.
  4. Rubinetto permessi.
  5. Attiva o disattiva le autorizzazioni.

Controlla sempre le autorizzazioni dell’app per Android

Nelle precedenti versioni di Android, non era possibile personalizzare le autorizzazioni che si potevano concedere all’app. Non ti è stato permesso di scegliere il limite di accesso di un’app ai tuoi dati. Se hai accettato i termini, l’app è stata installata, altrimenti hai dovuto cercare un’altra app simile.

Ma dopo il rilascio di Android 6.0 Marshmallow alla fine del 2015, ora puoi scaricare e installare un’app e quindi impostare le autorizzazioni limitando solo quelle che scegli. Durante l’aggiornamento di alcune app, potresti notare che ricevi la stessa notifica due volte; il secondo proviene da Android, che è l’effettiva richiesta di autorizzazione.

Inoltre, puoi decidere se desideri installare gli aggiornamenti e / o optare per autorizzazioni aggiuntive come gli acquisti in-app. Tuttavia, ci sono molte nuove app degli sviluppatori che hanno intenzionalmente impostato la richiesta di autorizzazione dell’app affinché appaia prima dell’installazione.

Google ha incaricato gli sviluppatori di app di spiegare le autorizzazioni agli utenti e sono in atto misure di sicurezza per bloccare le app dannose. Tuttavia, è importante leggere attentamente e comprendere le autorizzazioni prima di fare clic sul pulsante Accetta durante l’installazione di un’app Android. Per maggiore sicurezza e privacy, è sempre meglio usare una VPN anche sul tuo dispositivo Android.

Kim Martin
Kim Martin Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me